Crea GRTAIS la tua Vetrina su guidasicilia.it. Fai sapere anche se consegni a domicilio. Gratis per sempre.

Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine

Con la Sicilia in zona gialla aumenta la responsabilità dei Siciliani

Guida alle regole della "zona gialla": meno restrizioni ma più attenzione da parte di tutti i cittadini

Con la Sicilia in zona gialla aumenta la responsabilità dei Siciliani
Contenuti Sponsorizzati
Giro Pizza / Menù Fisso / A Cannara
Caldaie e Condizionatori
MATRIMONI ED EVENTI: PULLMAN GT, MINIBUS E AUTO D'EPOCA
Vendita elettrodomestici
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

La Sicilia, dopo 23 giorni in zona arancione, da domenica 29 novembre è diventata regione gialla, ovvero fra quelle con minori restrizioni anti del Covid-19.
"Il passaggio della Sicilia alla 'zona gialla' non è un liberi tutti. È, semmai, il richiamo a una maggiore responsabilità, sia per noi che la governiamo e sia per la comunità isolana tutta", ha dichiarato subito il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

  • Stai cercando mascherine e altri dispositivi sanitari di sicurezza? CLICCA QUI

Una dichiarazione rafforzata dalle parole di Salvatore Scondotto, presidente dell'Associazione italiana di Epidemiologia, dirigente all'assessorato siciliano alla Salute e coordinatore del Comitato tecnico scientifico dell'Isola che ha ricordato:

"Solo da pochi giorni si è iniziato ad assistere gli effetti delle misure restrittive introdotte nell'ultima settimana di ottobre. Le differenze principali tra i due livelli risiedono nel consentire gli spostamenti da un comune all'altro e la apertura di bar e ristoranti almeno in determinate fasce di orari. Questo non deve però indurre ad un allentamento delle norme di comportamento individuale che rimangono invariate. Pertanto anche in questo mutato scenario è fondamentale il rispetto delle raccomandazioni nel mantenere le distanze interpersonali, evitando come sempre gli assembramenti, e utilizzare in maniera corretta i dispositivi di protezione individuale".

Con l'ingresso in fascia gialla, dunque, l'Isola si adegua alle regole nazionali per le regioni con rischio minore. Ma cosa si può fare adesso?

Andare al bar e pranzare al ristorante

Andare al bar e pranzare al ristorante...

  • Stai cercando un ristorante nella tua zona? Trova i locali più vicini a te - CLICCA QUI

Si potrà bere un caffè al banco rispettando il distanziamento o pranzare in trattoria, perché riaprono bar, ristoranti e pasticcerie, che potranno ricevere pubblico fino alle 18, ma non ospitare al tavolo più di 4 persone, a meno che non siano conviventi. Dalle 18 in poi e fino alle 22, gli esercizi commerciali potranno continuare con il servizio di asporto, mentre le consegne a domicilio non avranno limiti di orario.

Ci si può spostare anche fuori dal comune di residenza

Ci si può spostare anche fuori dal comune di residenza

  • Stai cercando un bar? Trova quelli nela zona di tuo interesse - CLICCA QUI

Dalle 5 del mattino alle 22 si può circolare liberamente senza autocertificazione e ci si potrà spostare anche fuori dal comune di residenza - per esempio nella casa di villeggiatura - senza dimostrare la motivazione. Ma a Palermo permangono le limitazioni di stazionamento previste dell'ordinanza del sindaco Leoluca Orlando (non ci si potrà fermare a Mondello, e sulla costa da Sferracavallo ad Acqua dei Corsari, ma soltanto passeggiare. Lo stesso divieto vige anche nel centro storico, in un'area che va da piazza Croci alla stazione centrale). Restano con ingresso su prenotazione telematica le ville e i parchi pubblici.

Shopping anche la domenica

  • Stai cercando centri commerciali, supermercati e grandi magazzini? Trova quelli più vicini a te - CLICCA QUI

Cade l'ordinanza che chiude i negozi la domenica. Ma con la Sicilia in zona gialla resta l'obbligo di chiusura nei giorni festivi e prefestivi per i centri commerciali e i mercati.

Trasporto Pubblico

Trasporti Pubblici

Tutti i mezzi di trasporto possono circolare. Su autobus, tram, treni è consentito un riempimento dei mezzi fino al 50% della loro capienza ordinaria.

Continueranno invece a rimanere chiusi: teatri, cinema, musei, parchi archeologici; e poi ancora piscine e palestre (mentre rimangono aperti i centri sportivi). Chiuse anche tutte le attività di sale gioco e scommesse.

30 novembre 2020
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Giro Pizza / Menù Fisso / A Cannara
Caldaie e Condizionatori
MATRIMONI ED EVENTI: PULLMAN GT, MINIBUS E AUTO D'EPOCA
Vendita elettrodomestici
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le rubriche

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE