Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
I negozi hanno esaurito le bici! Vi spieghiamo perché...

I negozi hanno esaurito le bici! Vi spieghiamo perché...

La straordinaria richiesta di biciclette ha lasciato quasi vuoti i negozi di tutta Italia

Contenuti Sponsorizzati
Lavaggio bici

Lavaggio bici

10,00 €
Regolaggio bici

Regolaggio bici

10,00 €
Bici elettrica 20" XP I-K Kompact
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Lo scorso 3 novembre è stato il giorno del disastroso click day per il bonus bici. Qui però non vogliamo parlare di quanto sia assurdo continuare ad affidarsi ad una metodologia palesemente non valida per erogare somme, né tantomeno del fatto che, in quello stesso giorno, anzi, in quella stessa mattinata, i fondi del bonus siano andati esauriti (in meno di un'ora dall'avvio del click day, dei 215 milioni di euro disponibili non è rimasto niente). Il fatto di cui vogliamo parlare è che i negozi di biciclette si sono svuotati!

I negozi italiani di biciclette si sono svuotati!

  • Vuoi comprare una bicicletta? Trova il negozio più vicino a te - CLICCA QUI

Già, avete capito bene. Da Trento a Palermo, nelle ultime settimane, la risposta che gli acquirenti si sono sentiti dare dai negozi è stata: "Ci dispiace, ma non abbiamo più merce". Moltissimi negozi di biciclette hanno esaurito le scorte e quindi, anche se il ministero dell'Ambiente ha rassicurato che nuovi fondi per il bonus sono già disponibili (160 mln da stanziare nella Legge di Stabilità 2021), chi volesse acquistare una nuova bici, difficilmente potrà farlo.

Moltissimi negozi di biciclette hanno esaurito le scorte a causa della febbre ciclistica scoppiata con il bonus e a causa della pandemia che ha bloccato la filiera della bicicletta...

  • Cerchi biciclette elettriche e accessori per il ciclismo? CLICCA QUI

Sembra inverosimile ma è così e il motivo è da rintracciare sia nella febbre ciclistica scoppiata con il bonus, sia con la febbre pandemica che la scorsa primavera ha bloccato tutto. Infatti, la filiera della bicicletta è complessa e articolata e per tutte le aziende produttrici significa affrontare e rispettare una serie di fasi concatenate.

Le fasi della filiera della bicicletta

  • Cerchi biciclette e accessori per il ciclismo? Trova l'articolo che fa per te - CLICCA QUI

Per capire perché i negozi hanno dovuto appendere il cartello "TUTTO ESAURITO", bisogna comprendere come funziona la filiera del settore bicicletta che di seguito cerchiamo di spiegarvi prendendo in esame un percorso tipo che si è svolto nel 2020...

1 - In estate, solitamente, le aziende discutono delle eventuali future line up dei cataloghi: si analizzano idee, si progettano prototipi, si migliorano i modelli esistenti e si decide come deve essere composta la collezione che nei negozi arriverà dopo un anno e mezzo.

2 - In autunno, le aziende iniziano a redigere la gestione del nuovo catalogo di biciclette da immettere sul mercato: si scelgono i nuovi modelli, montaggi e colorazioni, si decidono e stabiliscono i prezzi. In base ai dati di vendita degli anni precedenti le aziende e le loro filiali fanno una previsione degli ordini delle biciclette che ipotizzano di iniziare a vendere dall'estate successiva.

3 - In inverno, dopo la previsione di ordini, le aziende lanciano la produzione delle biciclette che saranno inserite nel nuovo catalogo, per intenderci, quelle che arriveranno nei negozi in estate e che sanno vendute per tutto l'anno successivo.

Con l'arrivo della pandemia molti anelli di questa catena si sono rotti. Dal momento che la bicicletta è come un puzzle, composta da un insieme di parti diverse, se durante il lockdown una fabbrica di componenti si è fermata per 2 mesi, ad esempio, tutte le consegne di quel componente saranno slittate di 2 mesi, un ritardo poi ricaduto a cascata sulle pianificazioni di montaggio dei modelli che nei negozi tardano ad arrivati.

Ecco perché oggi un gran numero di negozi di biciclette si trova impossibilitato a soddisfare l'enorme richiesta di mercato. Una qualsiasi azienda produttrice, per coprire l'exploit del bonus bici e l'aumentata passione degli italiani, avrebbe dovuto innanzitutto prevedere una pandemia e conseguentemente iniziare a fare analisi e programmazioni all'incirca tre anni fa.

18 novembre 2020
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Lavaggio bici

Lavaggio bici

10,00 €
Regolaggio bici

Regolaggio bici

10,00 €
Bici elettrica 20" XP I-K Kompact
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le rubriche

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE