Acquisti in città

Offerte, affari del giorno, imprese e professionisti, tutti della tua città

vai a Shopping
vai a Magazine
Quali effetti ha lo smart working sui nostri occhi?

Quali effetti ha lo smart working sui nostri occhi?

Alcuni semplici e preziosi consigli su come proteggerli mentre lavoriamo

Contenuti Sponsorizzati
Occhiali da vista GUCCI
occhiali da sole Saraghina Dina
Speciale bambini
Occhiali da vista
  • Hai un'attività che vuoi rendere visibile? Fallo ora gratuitamente - CLICCA QUI

Lo smart working è diventato uno degli argomenti più attuali degli ultimi mesi in Italia. Una rivoluzione che solo poco tempo fa sembrava impossibile da realizzare per la maggior parte dei lavoratori e delle aziende ma che in questo momento, con il Covid-19, appare come la soluzione migliore per entrambe le parti.

Durante il lockdown più di 8 milioni di italiani hanno dovuto fare l'esperienza del lavoro agile, e se con la fine dell'isolamento molti sono tornati in azienda, un gran numero di lavoratori continua a lavorare da casa.

  • Vuoi acquistare computer e accessori informatici? Trova il negozio più vicino a te - CLICCA QUI

Praticare smart working significa stare davanti un computer per molte ore al giorno (spesso di più rispetto all'ufficio). Ci preoccupiamo, correttamente, della salute dei nostri occhi quando lavoriamo? La risposta è no.

Secondo gli esperti di Clinica Baviera, una delle più importanti aziende oftalmologiche in Europa, la maggioranza degli italiani non sa quali effetti negativi il display del computer può avere sulla vista. Tra gli effetti più comuni ci sono...

Affaticamento visivo

  • Stai cercando un oculista? Trova quello più vicino a te - CLICCA QUI

Si tratta del problema più comune che deriva dall'uso eccessivo degli schermi e insorge come risposta allo sforzo muscolare eccessivo compiuto dagli occhi per un lungo periodo di tempo.

Normalmente si manifesta con una sensazione di stanchezza negli occhi, e prurito o bruciore. Inoltre, gli occhi tendono ad arrossarsi, e si inizia ad avere la vista offuscata o si vede doppio e si avverte fastidio se esposti alla luce.

Secchezza oculare

  • Vuoi comprare un nuovo paio di occhiali? Scopri le ultime novità sul mercato - CLICCA QUI

Si verifica quando i nostri occhi non sono lubrificati correttamente a causa della quantità insufficiente di lacrime. Un problema normalmente associato al fatto che quando utilizziamo il computer tendiamo a sbattere le palpebre meno profondamente e frequentemente. Si manifesta, tra le altre cose, con la sensazione di avere della sabbia negli occhi, nonché prurito e arrossamento.

Riduzione della vista

  • Stai cercando un ottico? Trova quello nella zona di tuo interesse - CLICCA QUI

Normalmente questo problema si verifica a lungo termine e il sintomo principale è la perdita di nitidezza nell'osservazione degli oggetti molto distanti, non essendo in grado di visualizzare i piccoli dettagli. Per questi motivi, gli esperti di Clinica Baviera offrono una serie di semplici consigli per proteggere gli occhi a casa o in ufficio quando si lavora:

1. Avere lo schermo pulito

Sembra ovvio, ma non non tutti lo fanno; così come di solito puliamo i nostri occhiali per vedere meglio, pulire spesso gli schermi del computer aiuta a vedere più chiaramente cosa c'è "dentro".

2. Avere una corretta posizione di lavoro

La prima cosa da fare è sedersi correttamente, regolando la distanza tra gli occhi e lo schermo del computer, per evitare di stancare gli occhi mentre guardiamo lo schermo. La distanza tra schermo e occhi deve essere di almeno 50-60 cm. Un modo semplice per verificarlo senza usare un metro è allungare il braccio per toccare lo schermo.

3. Regolare l'illuminazione dello schermo

Un'eccessiva luminosità dello schermo causa danni agli occhi, mentre una luminosità insufficiente costringe a compiere sforzi eccessivi per vedere correttamente. Per questo motivo è fondamentale regolare l'illuminazione in funzione all'ora del giorno in cui lavoriamo e dell'illuminazione artificiale e naturale di cui disponiamo.

4. Avere una buona illuminazione

Oltre a regolare la luce dello schermo stesso, è importante disporre di un'adeguata illuminazione ambientale. La cosa migliore è avere abbastanza luce naturale. Se si deve ricorrere alla luce artificiale, questa dovrebbe essere il più simile possibile alla luce naturale, evitando riflessi e contrasti eccessivi sullo schermo. Gli ambenti scuri possono irritare gli occhi e rendere difficile la concentrazione.

5. Aumentare la dimensione del carattere

Se abbiamo difficoltà a vedere le lettere non c'è niente di più semplice che aumentare la dimensione del carattere con cui stiamo lavorando o fare zoom sul documento; in questo modo i nostri occhi non si affaticheranno troppo.

6. Fissare orari e fare pause periodiche

Anche se lavoriamo da casa, dobbiamo rispettare la giornata lavorativa, fissando degli orari da rispettare. Inoltre, conviene fare una pausa di 5 minuti ogni mezz'ora, o di 20 minuti ogni ora: questo permetterà agli occhi di rilassarsi e recuperare dagli sforzi fatti. Un buon trucco durante queste pause è quello di guardare fuori dalla finestra e andare alla ricerca di oggetti lontani.

7. Sbattere le palpebre frequentemente

Quando guardiamo uno schermo, diminuiamo la frequenza nello sbattere le palpebre. Per questo motivo dobbiamo sforzarci di sbattere le palpebre spesso; è qualcosa che aiuta a favorire la produzione di lacrime in modo naturale e quindi previene lesioni agli occhi e secchezza. La cosa più consigliabile è farlo almeno una volta ogni 10 secondi. Possiamo anche usare delle gocce di soluzione fisiologica o lacrime artificiali.

8. Utilizzare dispositivi di protezione

Infine, per proteggere la nostra vista dall'uso prolungato del computer, dobbiamo tener conto della cosiddetta luce blu, che è quella che emettono gli schermi, dannosa per gli occhi. I due metodi più efficaci sono:

  • Il proteggi-schermo. Si tratta di un filtro realizzato in un materiale appositamente progettato per assorbire la luce ad alta intensità emessa dai computer.
  • Occhiali o lenti a contatto. Questi incorporano filtri protettivi specifici per il tipo di luce proveniente dagli schermi dei computer e hanno la capacità di ridurre del 15-20% l'intensità della luce.

Naturalmente, quando si acquistano questo tipo di dispositivi di protezione, devono essere omologati in modo da avere tutte le garanzie.

15 ottobre 2020
Condividi:
Contenuti Sponsorizzati
Occhiali da vista GUCCI
occhiali da sole Saraghina Dina
Speciale bambini
Occhiali da vista
Ti potrebbe interessare anche
Vedi tutte le rubriche

Aziende consigliate

Tu piaci a Guidasicilia.
Guidasicilia piace a te?
= Hai già dato il MI PIACE
= Puoi dare ora il MI PIACE